Hosteria di Giò è un gruppo di musica popolare calabrese formato da 6 persone, nato nel 2012 nella presila cosentina. Il nome   scaturisce dalla nostra tradizione che aveva la "Cantina" come luogo di riunione conviviale con amici e conoscenti. La formazione attuale pur riunendo musicisti di vario genere musicale, come una sorta di magia alchemica si è ritrovata a eseguire musiche della propria terra valorizzando con motivi moderni testi tradizionali e inediti, riguardanti le tradizioni, le condizioni del popolo meridionale, nonché l’amore.
Il progetto che il gruppo si prefigge è quello di portare alla luce, sotto forma musicale e con il canto, gli usi e i costumi della Presila Cosentina, e non solo, mettendo insieme esperienze diverse della realtà locale facendo emergere gli antichi mestieri e le produzioni naturali e tecniche del territorio valorizzandone gli aspetti innovativi proponendole e facendole conoscere ai giovani.  Nel 2013 dopo aver partecipato a vari Festival in Calabria, l’Hosteria di Giò si trova a rappresentare la propria terra alla “FIERA MONDIALE DELL’ARTIGIANATO” di Rho (MILANO). Nel 2014, dopo varie collaborazioni con poeti locali come Vito Scrivano e Angelo Curcio e lo scrittore Francesco Scarcella autore del libro “IL MORSO DELLA TARANTA” presentato nelle varie città della Calabria e della Puglia, diventano nell’Ottobre dello stesso anno VINCITORI ASSOLUTI DEL KAULONIA TARANTELLA FUTURE. Nel 2015 nasce il primo album dal titolo ‘U SUONU RU TILARU (Il Suono Del Telaio) e successivamente la band è protagonista dell’apertura del Kaulonia Tarantella Festival 2015. Nello stesso anno realizza il brano "Druda per amure" che diventa colonna sonora del Film CICCILLA (Storia di una brigantessa) realizzato dal Circolo Culturale Prometeo 88 di Casole Bruzio. Nell’ottobre dello stesso anno passa le selezioni come gruppo più votato con più di 10.000 voti al "Premio Mia Martini" nella sessione EtnoSong arrivando al 2° posto. Nel Giugno del 2016 è in uscita il primo videoclip del singolo “Ma cchi bbu” e successivamente nello stesso anno il gruppo vince il prestigioso "LiUcci Folkontest" di Cutrofiano (LECCE). Nel 2017 la band si classifica al 2° posto alla 4^ edizione de "La Ballata dei Briganti" tenutasi nel mese di Luglio a Solopaca (BENEVENTO) e subito dopo è protagonista alla XVIII Edizione del “FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FOLKLORE” di Carpinone (IS) storico evento che coinvolge tanti gruppi provenienti da ogni angolo del mondo.

Nell’anno 2018 nasce il secondo lavoro discografico dal titolo “SENTE CHI TE CANTU – L’atr’ieri, ieri e mo”



Mario Maccarrone
Chitarra classica e cori

Carlos Roperto
Basso elettrico

Francesco Occhiuto
Chitarra 12 corde

Daniele Scrivano
Chitarra battente, pipita e cori

Stefano Raimondo
Tamburelli a cornice e voce

Giovanni Frangella
Fisarmonica